18/12/2017

Sulla ex fissa vivace dibattito all’assemblea del Gruppo Emilia Romagna


Un'assemblea "senza peli sulla lingua", quella che si č svolta nei giorni scorsi a Bologna per discutere dei problemi dei giornalisti pensionati e della nostra categoria in generale. L'incontro era stato convocato dell'Ungp dell'Emilia Romagna e vi hanno preso parte Guido Bossa, presidente nazionale della nostra Unione e i rappresentanti regionali di Inpgi, Casagit, Fnsi e Ordine dei giornalisti. 

L'incontro si č svolto a ridosso della pubblicazione sul sito della Fnsi del documento che faceva, dopo settimane di vari "rumors", il punto sulla intricatissima vicenda della "ex fissa". E proprio su questo punto č iniziato il piů che "vivace" dibattito. La nota della Fnsi č stata illustrata dal presidente Bossa che ha aggiunto anche dettagli e particolari inediti in quanto partecipe a vari incontri svoltisi a Roma sul tema. Il suo intervento ha poi toccato anche altri punti che riguardano l'attivitŕ della nostra Unione auspicando che si arrivi al piů presto al rinnovo del contratto di lavoro al fine di portare ossigeno all'occupazione, snodo decisivo per ridare fiato a una categoria, quella dei giornalisti, che nei primi sei mesi di quest'anno ha perso 800 posti di lavoro, ben 2.700 negli ultimi 5 anni.
Ma, come detto, alcuni dei colleghi presenti alla discussione hanno criticato, anche con toni aspri, l'intera vicenda dell'"ex fissa". 

"Non c'č stata e non c'č trasparenza, i colleghi sono stati informati in ritardo sulle decisioni assunte, non sappiamo se saremo in grado di rispondere entro la fine dell'anno alla lettera che ci arriverŕ dall'Inpgi. Non vogliamo opacitŕ ma chiarezza e soprattutto pretendiamo il rispetto dei diritti acquisti."

E qui č scattata la polemica, anche alla luce dei dati negativi dell'Inpgi, tra chi rivendica di avere quello che gli spetta di diritto e chi ha ricordato la difficile situazione di quei tanti colleghi attivi alle prese con licenziamenti, disoccupazione e cassa integrazione e i contenuti della riforma in vigore dell'Inpgi.
In sede di replica sulla "ex fissa", Bossa ha ricordato che i criteri di applicazione dell' "ex fissa"sono stabiliti dal contratto vigente.
Alla discussione hanno preso parte i colleghi Lucio Diletti, Paola Cascella, Achille Scalabrin e Renata Ortolani.

Gli altri argomenti al centro dell'assemblea sono stati illustrati da Serena Bersani, presidente dell'Aser; Matteo Naccari, fiduciario Inpgi Emilia Romagna; Claudio Cumani, fiduciario Casagit Emilia Romagna e Giovanni Rossi, presidente Ordine dei Giornalisti Emilia Romagna.

Giuliano Musi
presidente Ungp Emilia Romagna