Share to Facebook Share to Twitter Share to MySpace Share to Delicious More...
Cerca nel sito :
Loading
Sopaf: assolto l'ex presidente dell'Inpgi Andrea Camporese

L'ex presidente dell'Inpgi, la cassa previdenziale dei giornalisti, Andrea Camporese è stato assolto con formula piena, "perché il fatto non sussiste", dalle accuse di corruzione e truffa nel processo milanese con al centro la finanziaria Sopaf. La Procura aveva chiesto per lui una condanna a 4 anni e mezzo. Il Tribunale ha invece condannato, in particolare per alcuni episodi di bancarotta, 6 imputati, tra cui Giorgio Magnoni, che era a capo della società, a 8 anni di reclusione. Assolti altri 4 imputati

17/06/2017 Leggi...
 
Camporese: “Il Tribunale ha riconosciuto che ho sempre agito nell’interesse dell’Inpgi”

"Sono ovviamente soddisfatto, dopo un lungo e dolorosissimo processo, del fatto che il tribunale abbia riconosciuto che ho sempre agito nell'interesse dell'ente che ho presieduto per otto anni". A sottolinearlo è Andrea Camporese, ex presidente dell'Istituto di previdenza dei giornalisti, assolto con formula piena, "perché il fatto non sussiste", dalle accuse di corruzione e truffa nel processo milanese con al centro la finanziaria Sopaf

17/06/2017 Leggi...
 
Inpgi: "Ex fissa, l'Istituto ha sempre agito nell'ambito della piena legittimità"

I vertici dell'Inpgi replicano alle dichiarazioni sulla vicenda dell'ex Fissa: "Diffamatoria e destituita di ogni fondamento l'ipotesi che l'Istituto abbia utilizzato fondi diversi da quelli specificamente destinati al pagamento della prestazione contrattuale"

17/05/2017 Leggi...
 
Elezioni Consiglio Nazionale dell'Ordine dei Giornalisti: fissate le date

Si svolgeranno tra la fine di settembre e gli inizi di ottobre le assemblee per il rinnovo del Consiglio nazionale in base alle nuove disposizioni del Decreto Legislativo n. 67/2017. Il testo del Decreto

23/05/2017 Leggi...
 
Inpgi in audizione alla Camera: "Sui conti dell'Istituto il peso della crisi
La riforma appena approvata consentirà di correggere lo squilibrio"

Marina Macelloni (al centro) tra Giuseppe Gulletta e Mimma IorioLa Commissione lavoro della Camera ha ascoltato in audizione i vertici dell'Inpgi sulla riforma appena approvata dai Ministeri vigilanti e sulle prospettive dell'Istituto. "Sui conti dell'Inpgi – ha detto la presidente Marina Macelloni – pesa ormai da molti anni la crisi strutturale del settore dell'editoria che ha comportato perdita di posti di lavoro (-802 solo nel 2016), calo di contributi e forte aumento della spesa per prestazioni". Nel corso dell'audizione la presidente ha ricordato gli interventi posti in essere nel 2015 e nel 2016 per riportare in equilibrio la gestione, in particolare la recente riforma che ha innalzato i requisiti per accedere al pensionamento e introdotto il sistema di calcolo contributivo. "La riforma – ha aggiunto la presidente – è in grado, anche secondo i ministeri, di invertire la dinamica di squilibrio e quindi di consentire all'Inpgi di restare autonomo". Del resto, il sottosegretario per il lavoro Massimo Cassano, in risposta a una recente interrogazione parlamentare ha dichiarato che "non sembrano sussistere, allo stato attuale, i presupposti per la nomina di un commissario straordinario"

18/05/2017 Leggi...
 
Sgambellone: "E’ arrivato il contributo di solidarietà: un sacrificio che si può fare"

Mesi e mesi di terrore seminato a suon di email, raccolta firme, collette online per ingaggiare avvocati pronti a ogni tipo di ricorso. Il tutto per convincere i giornalisti pensionati che una terribile sciagura stava per abbattersi sulle loro tasche: il contributo di solidarietà. Anzi, per usare un termine a loro molto caro, il prelievo forzoso

16/05/2017 Leggi...
 
Le altre notizie
06/06/2017
Il Gruppo Toscano in gita a Pontremoli, gioiello della Lunigiana
23/05/2017
Il Galileo di maggio
23/05/2017
Ricordo di Orlando Scarlata, Maestro nella professione e nell’attività sindacale
15/05/2017
Ungp Piemonte: "I giornalisti degli uffici stampa della pubblica amministrazione
versino i contributi all'Inpgi"
26/04/2017
Firma per il 5 per mille a Ossigeno
21/04/2017
Congresso della Fnsi, sessione statutaria: più spazio per i pensionati
nel sindacato unitario dei giornalisti
17/04/2017
Bartoloni: "Da maggio il prelievo sulle pensioni Inpgi
Camera e governo contro il principio dei tagli"
15/04/2017
Prelievo di solidarietà sulle pensioni da maggio e rateizzazione
05/04/2017
Approvato il nuovo Statuto dell’Alg
Il presidente del Gruppo pensionati entra nel Direttivo
Bruschetti: "Un esempio per le Associazioni e per la Fnsi"
04/04/2017
Il nuovo Direttivo del Gruppo Trentino-Alto Adige
Giuseppe Sgambellone eletto presidente
27/03/2017
Case Inpgi, la metà degli inquilini ha aderito alla proposta di acquisto
23/03/2017
Dopo l’approvazione dei Ministeri, pubblicata la delibera Inpgi
sul contributo di solidarietà per i pensionati
23/03/2017
Un anno fa ci ha lasciato Mario Petrina. Il nostro ricordo
19/03/2017
Documento del Gruppo del Trentino Alto Adige Südtirol:
"Riforma Inpgi, equità sì, ma da tutti"
Potere ai pensionati
Tempo di elezioni per la Casagit

Tempo di elezioni per la Casagit. Fra il 6 e il 10 giugno siamo chiamati al voto per il rinnovo dell'Assemblea nazionale dei delegati. Hanno diritto al voto i giornalisti professionisti, pubblicisti, praticanti iscritti all'Ordine dei Giornalisti e i giornalisti iscritti all'Elenco stranieri annesso all'Albo, nonché i titolari di pensione diretta a carico dell'INPGI e i giornalisti titolari di pensione a carico di enti diversi, purché associati dal luglio 2016 e non morosi alla data dell'8 marzo 2017.
Si voterà per via telematica collegandosi al sito www.casagit.it e cliccando su "Speciale elezioni". Occorre inserire il codice socio riportato sulla tessera Casagit e la password spedita in questi giorni ad ogni elettori. Chi non l'avesse ricevuta o l'avesse smarrita potrà richiederla dal 26 maggio al Call center elezioni (0654883333).
Per chi lo volesse, le Consulte regionali apriranno una postazione assistita presso ogni sede. Questi i dati essenziali per esercitare il nostro diritto e contribuire in questo modo, con un'ampia affluenza alle urne, a rafforzare la nostra Cassa di assistenza sanitaria, che negli scorsi anni ha superato una fase di crisi, determinata dalla chiusura di numerose aziende e dalla conseguente perdita di posti di lavoro. Nonostante ciò, la Cassa è riuscita a recuperare livelli di assistenza sanitaria eccellenti e a garantire la solidarietà necessaria a tutela di tutti i colleghi, uomini e donne, attivi e pensionati.
E' facile dimostrare l'interesse dei pensionati per la buona salute della Cassa: mentre diminuiscono i soci contrattualizzati, c'è un incremento del numero dei pensionati, anche se si nota un preoccupante calo delle iscrizioni dei nuovi pensionati. La progressiva riduzione delle prestazioni del Servizio sanitario nazionale rende ancor più appetibile e necessaria l'adesione alla Cassa. E' viva la consapevolezza che il consolidamento dei risultati raggiunti e il miglioramento delle condizioni di assistenza che la Cassa garantisce dipendono, oltre che da un'oculata gestione, dall'allargamento della base contributiva anche mediante il potenziamento di Casagit servizi, aperta a nuove categorie professionali come già avvenuto con la Confcommercio. Si tratta di proseguire lungo la strada del risanamento iniziata cinque anni fa.
Come sappiamo, lo Statuto della Casagit non prevede una riserva di quota per i pensionati negli organi di amministrazione, ma ciò non ha penalizzato i colleghi in quiescenza, che sono ben rappresentati nell'Assemblea dei delegati uscente e nelle Consulte regionali. A tutti i candidati, e in primo luogo ai pensionati, rivolgiamo il nostro cordiale in bocca al lupo!

In evidenza da altri siti
Il caso del crac della società Sopaf: sei condanne e mega risarcimenti
Assoluzione Camporese, Costante (Capss): “Ora l’Inpgi agisca contro chi ha leso l’immagine dell’istituto”
Assoluzione Camporese, Macelloni: “E’ la migliore risposta a chi ha cercato di screditare l’Inpgi”
Assoluzione Camporese, Lorusso e Giulietti: “Gli orchestratori della macchina del fango chiederanno scusa?”
Giornalisti del Mattino in sciopero, la solidarietà di Fnsi e Sugc
Caso Sopaf, assolto dalle accuse di truffa e corruzione l’ex presidente della cassa dei giornalisti Camporese
Tele Radio Gubbio, la denuncia dell'Assostampa: «Dai licenziamenti all'esercizio abusivo della professione»
Gestione Separata Inpgi, tempo di comunicazione dei redditi per i giornalisti liberi professionisti
Diffamazione, la Corte Edu condanna l'Irlanda: «Multe sproporzionate ai media violano la libertà di espressione»
Risultati finali delle elezioni Casagit
Inpgi, Noprelievo: "Il 10 luglio l'udienza al Tar del Lazio contro il prelievo sulle pensioni"
Editoria, il segretario Lorusso a Trieste: «Se non si punta sul lavoro regolare il settore non ha futuro»
Libertà di stampa, la Corte Edu ammonisce i giornalisti: «Vietato violare il segreto istruttorio»
Fake news, il Garante per la privacy: «Non servono tribunali della verità, ma un forte impegno di tutti»
Riforma editoria: pubblicati i decreti su stati di crisi, prepensionamenti e contributi alle imprese
Giornalista sospeso alla Città di Salerno, Fnsi e Sugc: «Atto illegittimo, dato mandato ai legali di agire»
Il Gazzettino, licenziati nove dipendenti non giornalisti. La solidarietà del Cdr
L'Unità sospende le pubblicazioni, i giornalisti: «Così si calpesta una storia»
Casagit, spese sanitarie e dichiarazione dei redditi: ecco come muoversi
'Gente d'Italia', il presidente Mattarella premia il quotidiano italiano diffuso in Uruguay
Intervista di Sergio Luciano alla presidente Inpgi Marina Macelloni pubblicata su “Libero” del 20 maggio 2017
Editoria: il decreto sugli ammortizzatori importante ma non sufficiente
Inpgi 2: bilanci solidi ma prestazioni insufficienti
Contributo di solidarietà: intervista a Paolo Serventi Longhi
 
Archivio rivista
Le rubriche
CINEMA
LIBRI
FNSI
FNSI